Come si fa a diventare investigatore privato?

Fino al 2010 era sufficiente dimostrare una capacità tecnico-professionale che era di valutazione discrezionale del Prefetto. Canonicamente si definiva in almeno 2 anni di collaborazione ma non era scritto in alcuna Legge o Circolare. Con l’entrata in vigore del D.M. 269/2010 il legislatore ha definito i requisiti minimi necessari per divenire titolare di agenzia investigativa. I requisiti necessario indicati dal D.M. 269/2010 nell’Allegato G sono:
a) aver conseguito, al momento della richiesta, una laurea almeno triennale nelle seguenti aree: – Giurisprudenza – Psicologia a Indirizzo Forense – Sociologia – Scienze Politiche – Scienze dell’Investigazione – Economia, ovvero corsi di laurea equipollenti;
b) aver svolto attività lavorativa a carattere operativo, per almeno un triennio, presso un investigatore privato, autorizzato da almeno cinque anni, in costanza di rapporto di lavoro dipendente e con esito positivo espressamente attestato dallo stesso investigatore;
c) aver partecipato a corsi di perfezionamento teorico-pratico in materia di investigazioni private, erogati da Università riconosciute dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca,
ovvero in alternativa ai requisiti di cui alle lettere b) e c)
– aver svolto documentata attività d’indagine in seno a reparti investigativi delle Forze di polizia, per un periodo non inferiore a cinque anni e aver lasciato il servizio, senza demerito, da non più di quattro anni.

Sponsorizzazioni

Sponsor Federpol

Ente Italiano di Normazione

Socio UNI dal 2014

Contratto Collettivo Nazionale

Nuovo CCNL

Federpol

GRATIS
VISUALIZZA